Home»Certificazioni Qualità»La certificazione dei prodotti agroalimentari (prima parte)

La certificazione dei prodotti agroalimentari (prima parte)

0
Shares
Pinterest Google+

Introduzione

Nei sistemi di certificazione il concetto di qualità è il cardine,  definita come “grado in cui un insieme di caratteristiche intrinseche soddisfa i requisiti”, dove:

  1. la caratteristica è l’elemento considerato,
  2. il requisito il valore atteso dell’elemento,
  3. il grado di soddisfacimento il livello del valore [1].

Ne consegue che la qualità di un prodotto non è un giudizio di valore, ma la conformità ad un sistema di regole.

I parametri della qualità si distinguono in tangibili e determinano la qualità materiale, verificabile mediante prove analitiche; o intangibili, e identificano la qualità immateriale garantita attraverso sistemi gestionali (p.e. origine, valori etici, ecc.).

L’attribuzione di qualità ad un prodotto implica quindi:

  1. conformità ad uno standard,
  2. comunicazione leale del valore associato.

Altro aspetto importante è che non esiste una definizione univoca di qualità, quanto piuttosto una interpretazione coerente con le aspettative. Pertanto, la qualità riunisce le capacità aziendali ad interpretare, declinare e gestire:

  1. la soddisfazione delle aspettative del mercato,
  2. il rispetto delle regole e degli impegni,
  3. la comunicazione dei requisiti.

Classificazione dei sistemi di certificazione

La certificazione è “dichiarazione di conformità ad un sistema di regole”[2]. Le regole a governo delle caratteristiche si basano su requisiti (sostanza) e modalità operative adottate (forma).

La certificazione inoltre deve apportare al prodotto una valorizzazione, intesa nel senso più ampio del termine (competitività, prezzo, ecc.) e si può applicare solo nel caso di superamento dei requisiti legislativi minimi.

Una certificazione/dichiarazione è caratterizzata da:

  • un soggetto che emette la dichiarazione (il dichiarante);
  • un oggetto (a chi è riferita, il dichiarato);
  • un sistema, strutturato in ;
    • campo di applicazione (a chi/cosa si applica)
    • elementi (i “costituenti” del sistema)
    • criteri (le regole)

Queste visioni della tematica sono al servizio di un elemento base: l’obiettivo, che può essere riferito a specifici aspetti, anche plurimi e legati alle varie attenzioni che l’azienda ritiene opportuno manifestare (ambiente, sicurezza, salubrità o elementi immateriali, legati alle componenti territoriali o culturali).

L’obiettivo sarà quindi perseguito mediante una pluralità di atteggiamenti funzionali al contesto di riferimento e dovrà rispettare alcune regole di base:

  • coerente con le politiche aziendali,
  • misurabile (mediante la definizione di adeguati indicatori),
  • oggetto di riflessione strategica (attraverso un periodico riesame),
  • se plurimo, le diverse declinazioni andranno poste in ordine gerarchico (gerarchia degli obiettivi).

Pertanto, la tipologia di certificazione deve essere individuata sulla base degli obiettivi prescelti e interpretata attraverso l’armonizzazione delle componenti caratterizzanti: soggetto, oggetto e sistema.

Volendo raggiungere un traguardo, per vincere, sarà fondamentale studiare le regole del gioco e allenare le capacità specifiche.

note

[1] Def. UNI EN ISO 9000:2005. Ad es. l’acidità di un olio è la caratteristica, il “requisito” il livello minimo consentito per la commercializzazione, il grado di soddisfacimento il valore effettivo del parametro.

[2] La definizione completa di certificazione è: “atto mediante il quale una terza parte indipendente dichiara che, con ragionevole attendibilità, un prodotto, processo o servizio è conforme ad una specifica norma o ad altro documento normativo” (UNI CEN EN 45020:1998)

Volete contattare i nostri esperti?

modulo per info

 

 

Previous post

Distanza alberi dal confine, riferimenti normativi e responsabilità

Next post

Tracciabilità ed etichettatura dei prodotti alimentari

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.